Artigianalità è

[column width="1/1" last="true" title="" title_type="single" animation="fade-in" implicit="true"]

[tabs layout="vertical" left_color="accent1" right_color="accent8"]

Qualità

[tab icon="null" title="Qualità"]

Qualità

[column_1 width="1/3" title="" title_type="single" animation="none" implicit="true"]

Qualità

[/column_1]

[column_1 width="2/3" last="true" title="" title_type="single" animation="none" implicit="true"]

La qualità delle scarpe Artioli è un insieme di più fattori:

  • utilizzo di materiali di alta qualità, in primis pelli pregiate come  quella dell’ermellino,  zibellino,  castoro, visone per le fodere di pelliccia, coccodrillo, alligatore, lucertole, pesce cane, anguilla, pitone,  elefanti, struzzi, lama e serpenti di varie tipologie importate in Italia con il certificato “legal hunting”
  • precisione e passione del lavoro manuale;
  • fantasia creativa;
  • sensibilità e senso del bello e ben fatto;
  • direzione manageriale efficiente.

“Più che scarpe sono sculture”

Gianni Spartà

[/column_1]
[/tab]

[tab icon="null" title="Lavoro manuale"]

[column_1 parallax_bg="disabled" parallax_bg_inertia="-0.2" extended="" extended_padding="1" background_color="" background_image="" background_repeat="" background_position="" background_size="auto" background_attachment="" vertical_padding_top="0" vertical_padding_bottom="0" more_link="" more_text="" class="" title="" title_type="single" animation="none" width="1/1" last="true"]

Lavoro manuale

[column_2 width="1/3" title="" title_type="single" animation="none" implicit="true"]

Lavoro manuale

[/column_2]

[column_2 width="2/3" last="true" title="" title_type="single" animation="none" implicit="true"]

Il Calzaturificio Star per raggiungere un livello di qualità più alto, combina il lavoro delle macchine industriali con quello degli operai.

In azienda ci sono oltre sessanta dipendenti che prestano la propria attività, lavorando con precisione e grande professionalità per fabbricare scarpe di lusso. In totale si contano dalle 170 alle 210 operazioni per la produzione di un solo paio di scarpe.

“L’artigiano persegue per sé e per la propria personale soddisfazione la ricerca dell’opera quasi perfetta, del buon lavoro fatto con arte, intelligenza, sapienza manuale e conoscenza”

Richard Sennett

[/column_2]

[blank h="10"]

[/blank]

Il Calzaturificio Star ha puntato ad ottenere un prodotto di elevata qualità, combinando la manodopera con l’impiego dei macchinari.

[blank h="20"]

[/blank]

[column_2 width="1/3" title="" title_type="single" animation="none" implicit="true"]

Manodopera

[/column_2]

[column_2 width="2/3" last="true" title="" title_type="single" animation="none" implicit="true"]

Manodopera

[/column_2]

[/column_1]
[/tab]

[tab icon="null" title="Produzione su misura"]

Produzione su misura

Uno dei punti di forza dell’impresa Artioli è la produzione calzaturiera su misura.

Tutto nasce dalle mani sapienti di artigiani specializzati che avvalendosi dei migliori materiali danno vita a prodotti curati nei dettagli, pregiati e su misura anche per personalità conosciute in tutto il mondo.

Con la sua esperienza Vito Artioli sotiene che la scelta delle scarpe varia da cliente a cliente.

I piedi sono tali parti importanti del corpo che a volte sono descritti come il “secondo cuore” pertanto la loro protezione è indispensabile per il benessere di tutto il corpo.

È la calzatura che deve adattarsi al piede e non viceversa; le calzature non sono “scatole per piede”, ma guanti che calzano il piede grazie alla morbidezza della tomaia e alla flessibilità della suola.

[column_1 width="1/3" title="" title_type="single" animation="none" implicit="true"]

Produzione su misura

[/column_1]

[column_1 width="1/3" last="true" title="" title_type="single" animation="none" implicit="true"]

Produzione su misura

[/column_1]
[/tab]

[tab icon="null" title="Scelte dell'acquirente"]

Le scelte dell’acquirente

[column_1 width="1/3" title="" title_type="single" animation="none" implicit="true"]

Le scelte dell’acquirente

[/column_1]

[column_1 width="2/3" last="true" title="" title_type="single" animation="none" implicit="true"]

Rispetto al passato, quando vi erano solo 11-12 modelli, l’acquirente oggi ha una vasta scelta riguardante il modello di scarpa da calzare.

Vito Artioli ha disegnato oltre 70.000 modelli di calzature per soddisfare le richieste dei suoi clienti.

Qualora vi fossero delle esigenze particolari riguardanti il modello di scarpa, l’acquirente ha la facoltà di richiedere quelle caratteristiche ai fini del soddisfacimento del proprio gusto e per la comodità del proprio piede.

Per quanto riguarda il rivestimento superiore della calzatura, la tomaia, vi sono molteplici varietà di pelli e di concia, con l’aggiunta di particolari lavorazioni quali per esempio la laccatura d’oro abbinata ad una pelle di coccodrillo.

[/column_1]
[/tab]

[tab icon="null" title="Tradizione e continuità"]

Tradizione e continuità

[column_1 width="2/3" title="" title_type="single" animation="none" implicit="true"]

La famiglia Artioli ha iniziato la sua attività 100 anni fa, nel 1912.

Severino Artioli ha trasmesso la sua passione e la sua esperienza in questo suo lavoro al figlio Vito Artioli, che a sua volta l’ha tramandata ad Andrea Artioli.

Il loro lavoro e i loro prossimi progetti del futuro si fondano sul passato.

StarIl Calzaturificio Star fu fondato dal padre di Vito Artioli che all’età di sette anni, mentre frequentava la scuola, andava a lavorare in una piccola bottega artigianale e all’età di dodici anni fece il suo primo paio di scarpe completamente a mano.

Prendendo ispirazione e utilizzando ancora oggi le tradizionali tecniche del passato, essi producono dei pezzi esclusivi e moderni al passo con il tempo.

Dalle parole di Andrea Artioli possiamo capire quanto sia importante per loro la tradizione e la loro famiglia.

“Il lavoro artigiano è mosso dalla curiosità; sa temperare l’ossessività; apre il lavoratore verso l’esterno”.

Richard Sennett

[/column_1]

[column_1 width="1/3" last="true" title="" title_type="single" animation="none" implicit="true"]

SEVERINO ARTIOLI

SEVERINO ARTIOLI

VITO ARTIOLI

VITO ARTIOLI

ANDREA ARTIOLI

ANDREA ARTIOLI

[/column_1]
[/tab]

[tab icon="null" title="Prezzo"]
[column_1 width="1/2" last="true" title="" title_type="single" animation="none" implicit="true"]

Prezzo

Prezzo

Producendo artigianalmente il prezzo sarà più elevato poiché la produzione sarà centrata sull’aspetto qualitativo rispetto a quello quantitativo. Mentre nella produzione in serie il prezzo è più basso rispetto alla produzione artigianale, ma la qualità del prodotto potrebbe essere inferiore.

Formazione del prezzo

[/column_1]
[/tab]

[tab icon="null" title="Evoluzione"]

Evoluzione

Le prime macchine per cucire le suole delle calzature furono inventate da due americani: Charles Goodyear e Lyman Reed Blake .

Furono una grande innovazione per il mondo calzaturiero, poiché permettevano di cucire con regolarità intere serie di scarpe.

Nuove macchine da cucire furono create per far fronte anche alle diverse costruzioni delle calzature per i più svariati impieghi ed esigenze.

[column_1 width="1/3" title="" title_type="single" animation="none" implicit="true"]

La macchina di Charles Goodyear

Questa macchina da cucire utilizza la stessa tecnica degli artigiani nel settore delle calzature fatte a mano.

Tale costruzione ha ben due vantaggi:

rendere la calzatura confortevole al punto di avere la sensazione di una scarpa fatta su misura;

mantenere e conservare la forma e il particolare design della calzatura con la possibilità di far risuolare la scarpa una volta che la prima suola fosse consumata dall’uso anche dopo molti anni.

[/column_1]

[column_1 width="2/3" last="true" title="" title_type="single" animation="none" implicit="true"]

La macchina di Charles Goodyear

[/column_1]

Macchina per tagliare le pelli

In sostituzione al lavoro manuale riguardante il taglio di pelli, è stata costruita questa macchina che ci permette di proiettare le parti del modello disegnato direttamente sul tipo di pelle e di ritagliarla con particolare precisione.

[column_1 width="1/3" title="" title_type="single" animation="none" implicit="true"]

star07d

[/column_1]

[column_1 width="1/3" last="true" title="" title_type="single" animation="none" implicit="true"]

Macchina per tagliare le pelli

[/column_1]
[/tab]

[tab icon="null" title="Passione per il lavoro"]

Passione per il lavoro

ArtioliSe il lavoro viene vissuto con passione, lo si fa con gioia ed energia. Infatti chi lavora con entusiasmo si sente bene con se stesso, migliora le sue capacità relazionali e aumenta la sua capacità produttiva a  beneficio, quindi, anche del successo aziendale.

L’ imprenditore deve sapere esaltare i punti di forza dei propri collaboratori ottenendo così i migliori risultati; in questo modo i dipendenti sono disposti ad applicarsi ad ogni progetto, dando sempre il massimo.

La ricerca della perfezione guida il Calzaturificio Star nella produzione di calzature e pelletterie singolari e inconfondibili nel mondo intero.

La grande passione per il lavoro ha fatto sì che Artioli continui a realizzare modelli al passo con l’evolversi  del gusto, mantenendo unicità e stile.

“L’artigiano è la figura rappresentativa di una specifica condizione umana: quella di mettere impegno personale nelle cose che si fanno”

Richard Sennet

[/tab]

[tab icon="null" title="Esportazione"]

Esportazione

Il Calzaturificio Star produce calzature e pelletterie al top della moda e della qualità ed il 99% della sua produzione è destinata all’esportazione. Gli articoli sono presenti in tutto il mondo nelle vetrine delle vie più prestigiose dello shopping internazionale.

[column_1 width="2/5" title="" title_type="single" animation="none" implicit="true"]

Esportazione

[/column_1]

[column_1 width="2/5" last="true" title="" title_type="single" animation="none" implicit="true"]

Esportazione

[/column_1]

[column_1 width="2/5" title="" title_type="single" animation="none" implicit="true"]

Il Calzaturificio Star ha vinto numerosi premi per il suo successo nell’esportazione.
Tra i quali:

  • “Premio medaglia d’oro di commercio estero” dalla CCIAA di Varese,
  • premio “San Giovanni d’oro” per aver promosso importanti ed eccezionali iniziative a favore della commercializzazione dei prodotti italiani all’estero.
  • “Paul Harris Fellow” alto riconoscimento attribuito a Vito Artioli dal Rotary Club per essersi particolarmente distinto con la sua professionalità nel contribuire al diffondersi della comprensione e delle relazioni fra gli esponenti delle varie attività .
  • “Stivale d’oro” dalla Fiera di Firenze a Vito Artioli
  • 4 Oscar della Calzatura dall’Accademia della Calzatura a Torino a Vito Artioli
  • La Presidenza ad Honorem della Consorteria di San Crispino e Crispiniano di Vigevano a Vito Artioli
  • La Presidenza ad Honorem del C.E.C. – Confederazione Europea delle Associazioni Calzaturiere Europee, dopo esserne stato presidente effettivo per due mandati.

[/column_1]

[column_1 width="2/5" last="true" title="" title_type="single" animation="none" implicit="true"]

Premi

[/column_1]
[/tab]

[tab icon="null" title="Occupazione"]

Occupazione

L’attività calzaturiera a Tradate è iniziata in una villa con sette – otto operai.

Il mercato domanda e la produzione aumenta: Vito Artioli inventa e cinquanta operai artigiani trasformano materie prime in scarpe che «più che scarpe sono sculture».

I mercati internazionali scoprono le scarpe a marchio Artioli e gli operai diventano cento, poi centodieci e… macchine da cucire e lavoro manuale si coniugano con laser e computer.

[/tab]

[tab icon="null" title="Creatività"]

Creatività

Creatività è l’arte e la capacità cognitiva della mente di creare e inventare in diversi settori.

  • 70 mila modelli di scarpe firmati “Artioli” sul mercato
  • La possibilità concessa all’acquirente di personalizzare il proprio paio di scarpe attraverso la scelta di determinati particolari (pelli, colori, tessuti ecc)

La creatività si è tradotta in un grande successo per l’impresa Artioli sia sul mercato nazionale che quello internazionale, e in un apprezzamento da parte degli acquirenti, i quali si trovano davanti a una grande scelta di modelli.

[/tab]

[tab icon="null" title="Futuro"]

Futuro

La piccola impresa del futuro, come sottolineato in un’intervista a Sandro Mangiaterra (collaboratore del Sole24 Ore), per ripartire e uscire dalla crisi deve saper coniugare il lato artigianale con l’alta tecnologia.

Essendo la produzione made in Italy riconosciuta e apprezzata in tutto il mondo, potranno espandere il loro mercato grazie soprattutto alla comunication e all’information tecnology.

Per aumentare la loro attività, le imprese devono innovarsi e internazionalizzarsi, puntando sulle aggregazioni per utilizzare strutture e servizi hi-tech. Quest’ultima viene vista dagli imprenditori prettamente come costo, ma invece rappresenta nel futuro un’opportunità per rendersi competitivi nei mercati internazionali.

Come sottolineato più volte da Artioli, a questi aspetti deve essere associato il lavoro artigianale, in quanto la manualità non deve sparire ma venga sempre considerata come un fattore vincente a livello di marketing, perché portatore di tradizione, qualità e di cultura.

Anche i social network rappresentano una fonte di innovazione per il futuro perché creano un dialogo continuo con il mercato e portano l’imprenditore ad una ricerca specifica dei gusti dei clienti e spalancano le porte alla creatività.

Il Calzaturificio Star, pur non vendendo prodotti sulla rete, è riuscito comunque a espandere il mercato all’estero, aprendo boutique in tutto il mondo e presentando ai clienti sempre prodotti al passo coi tempi.

“Lusso e qualità senza abbandonare il classico.
Naturalmente per chi può…”

Gianni Spartà

[/tab]

[tab icon="null" title="Reddività"]

Redditività

Conto economico 2010 2011
Valore della produzione

Costo della produzione

Differenza tra valore e costo della produzione

Proventi e oneri finanziari

Proventi e oneri straordinari

Risultato prima delle imposte

Imposte

Utile d’esercizio

5.934.711

5.005.741

928.970

425.766

-11.818

1.342.918

459.426

883.492

6.970.110

5.603.201

1.366.909

125.113

73.535

1.565.557

488.729

1.076.828

Conto economico Differenze Percentuali
Valore della produzione

Costo della produzione

Differenza tra valore e costo della produzione

Proventi e oneri finanziari

Proventi e oneri straordinari

Risultato prima delle imposte

Imposte

Utile d’esercizio

1.035.399

597.460

437.939

-300.653

85.353

222.639

29.303

193.336

17,45%

11,94%

47,14%

-70,61%

722,23%

16,58%

6,38%

21,88%

Il dato significativo è costituito da un maggiore utile della gestione del 2011 rispetto al 2010 pari al 22%, giustificato da un incremento più consistente del valore della produzione rispetto all’incremento del costo della produzione, con un differenziale di circa il 6%.

Anche  la gestione caratteristica ha avuto un incremento  positivo del 47%.

Il risultato della gestione finanziaria è influenzato prevalentemente dagli utili su cambi.

Inoltre si può osservare  che il saldo negativo del 2010 della  gestione straordinaria si è trasformato in saldo molto positivo  con un incremento del 722,23% nel 2011.

Nell’analisi dinamica dell’attività  del Calzaturificio Star i saldi della gestione finanziaria e straordinaria  limitano il giudizio molto positivo sulla gestione nel suo complesso poiché i  risultati positivi straordinari e gli utili su cambi potrebbero non verificarsi negli anni successivi.
[/tab]
[/tabs]

[/column]