Home · Imprese · Commercio : Taglietti
taglietti

L’avvio dell’attività

Luigi Taglietti negli anni trenta. Archivio d'impresaLuigi Taglietti, classe 1882, originario di Borgo San Giacomo in provincia di Brescia, presta servizio militare in aeronautica a Gallarate. Qui conosce e sposa Rosa Milani, figlia di un sarto e appartenente ad una famiglia benestante proprietaria di terreni. Dal loro matrimonio nascono Giuseppina nel 1919 e Adalgisa nel 1925. Grazie al sostegno economico della moglie, Luigi nel 1921, nell’attuale Largo Camussi, avvia un’attività di commercio e riparazione gomme, oltre al noleggio di auto con autisti per privati e per il servizio pubblico. Dopo circa tre anni è affiancato in questa attività dal fratello Giovanni che, dopo aver frequentato la scuola degli Artigianelli a Milano, si trasferisce a Gallarate. Da qui la decisione nel 1928 di registrarsi alla Camera di commercio di Varese come ditta individuale “F.lli Taglietti di Taglietti Luigi” dichiarando che l’impresa era attiva già da quattro anni e aveva allora sede in via Como (ora via Venegoni) nello stesso edificio dove abitava con la famiglia.

Lo sviluppo della motorizzazione tra gli anni venti e trenta – è del 1924 l’inaugurazione della prima autostrada del mondo, la Milano-Gallarate – favorisce la nascita di officine per la sostituzione e riparazione di gomme. I fratelli Taglietti si specializzano proprio in questo settore, affiancando al commercio di pneumatici di grandi marche, come ad esempio la Dunlop e la Pirelli, l’attività di ricostruzione delle gomme  anche attraverso il processo di vulcanizzazione. In questo periodo il raggio d’azione dell’impresa si amplia coprendo un territorio molto ampio, da Milano a Domodossola, e Luigi può servire i propri clienti con i tre negozi di Gallarate, Busto Arsizio e Varese. Tra il 1938 e la fine degli anni quaranta, forse per necessità di maggiori spazi, l’attività si svolge anche nei laboratori di via Marconi e via Battisti fino al definitivo trasferimento nell’attuale sede di via Cattaneo. Nel frattempo agli inizi degli anni quaranta, Giovanni decide di mettersi in proprio e apre un’officina a Pavia sempre per il commercio e la ricostruzione delle gomme.

Dagli anni quaranta agli anni sessanta

Applicazione di una mescola ai penumatici prima della vulcanizzazione. Anni cinquanta, Archivio d'impresa.Nel 1941 Giuseppina sposa Vittorio Bedogni, dal quale ha tre figli: Rossella nel 1942, Pierluigi nel 1946 e Massimo nel 1953.

Come Luigi, anche Vittorio, perito industriale di Cesenatico, aveva lasciato la città natale a 17 anni per arruolarsi come motorista nell’Aeronautica militare presso il distaccamento di Gallarate. Alla fine della guerra, dopo una breve esperienza con il cognato Renzo Marobbio (marito di Adalgisa e padre di Rosalba, nata nel 1946) in una società di produzione di suole per scarpe e la collaborazione con gli amici Agusta nella realizzazione della prima moto MV, inizia a interessarsi e a impegnarsi attivamente nell’azienda del suocero. Avendo maturato una professionalità specifica nel campo della meccanica, con il suo ingresso l’attività subisce una nuova spinta, soprattutto nel settore della ricostruzione, con l’importazione dalla Germania di nuovi macchinari e la partecipazione alle fiere di settore.

Sempre su impulso di Vittorio viene installato nell’officina di Gallarate da una società francese il primo impianto in Italia per la verifica della convergenza .

In questi anni vengono ceduti i negozi di Busto e Varese e il lavoro si concentra nell’officina di Gallarate, dove operano anche Francesco e Paolo Martinelli, nipoti di Luigi.

Nel 1948 Luigi costituisce la “Fratelli Taglietti srl” e coinvolge nell’apparato societario anche le figlie Giuseppina e Adalgisa.

Nel 1955 l’impresa tornerà a essere una ditta individuale fino al 1959, anno dell’ingresso di Vittorio nella compagine sociale che modifica denominazione e natura giuridica nella società in nome collettivo “Vulcanizzazione Taglietti Luigi & C. snc”. Gli anni sessanta coincidono con l’ingresso di Pierluigi nell’impresa. Fin dall’adolescenza aveva dimostrato una passione per i motori, diventando pilota professionista di go-kart per la squadra dei Parilla di Milano con cui vince anche il titolo di campione italiano juniores.arese.

L’amicizia fraterna che lo lega ad Angelo e Achille Parilla lo porterà, finito il servizio militare, ad una collaborazione saltuaria nella loro azienda di moto e questo lo spingerà, fino ai primi anni settanta, a dividersi tra Gallarate e Milano.

Nel 1970 Pierluigi sposa Aurelia Ghiringhelli dalla quale nasceranno Matteo nel 1970 e Riccardo nel 1981. Le esigenze della sua nuova famiglia, le necessità dell’officina e le pressanti richieste del padre lo inducono a impegnarsi a tempo pieno nell’impresa di famiglia, che in questo periodo raggiunge il suo massimo di espansione commerciale e occupazionale con otto dipendenti.

Dalla fine degli anni sessanta agli anni novanta

Pubblicità esposta al campo sportivo di Gallarate. Anni ottanta, Archivio d'impresa.La fine degli anni sessanta segna un momento di svolta per l’impresa, che avrà conseguenze per gli anni successivi. Già nel 1968 infatti si prospetta la possibilità di chiudere l’attività di ricostruzione e di concentrare il lavoro solo sul commercio e cambio gomme. Luigi e il nipote Pierluigi sono favorevoli, mentre Vittorio è dubbioso. Si decide infine di vendere i macchinari a un concorrente che ha sede in Trentino e che proprio grazie alla ricostruzione svilupperà la propria impresa. L’attività di ricostruzione consentiva tuttavia alla Taglietti di avere utili più alti rispetto al solo commercio delle gomme e quindi questo cambiamento costringe l’impresa a modificare profondamente il proprio modo di lavorare.

A questa situazione già instabile si aggiungono nel 1969 la scomparsa del fondatore Luigi e la presenza nell’azienda di collaboratori non particolarmente affidabili e attenti alla gestione del lavoro. Nonostante questi presupposti Vittorio e Pierluigi iniziano la riconversione dell’attività aziendale.

Il magazzino si trasforma in un centro di stoccaggio e di distribuzione delle gomme strutturato per rispondere alle esigenze di una presenza più capillare nell’area tra Milano e Domodossola. Diventa allora fondamentale uscire dall’officina non solo per consolidare i legami esistenti con gommisti e imprese ma per creare una nuova clientela composta da meccanici, rivenditori, piccole e medie imprese perlopiù nel settore dei trasporti. Di questo si occupa prevalentemente Vittorio affiancato, a partire dal 1976, dal figlio Massimo subentrato nella società al posto della mamma Giuseppina.

Pierluigi invece si dedica più attentamente alla gestione del negozio di via Cattaneo, curando i rapporti con la clientela, dando molta attenzione al lato tecnico di questa attività e soprattutto introducendo specializzazioni e competenze in settori particolari come l’assistenza sui pneumatici moto e su quelli di vetture di prestigio. Ciò consente di ampliare la gamma dei clienti. Venuto a mancare Vittorio nel 1981, anche l’assetto societario si modifica: l’impresa è ora gestita dai fratelli Pierluigi e Massimo e dalla cugina Rosalba subentrata nel 1979 alla mamma Adalgisa.

Dagli anni novanta a oggi

Veduta dell'officina Taglietti. 2009, Archivio fotografico Centro per la cultura d'impresaNei primi anni novanta l’azienda attraversa un momento di forte crisi, dovuta al trascinarsi di errori e problemi del passato e aggravata anche da una mancanza di liquidità connessa ai mancati pagamenti di clienti insolventi, perché a loro volta in difficoltà o falliti.

Di fronte a una tale situazione, Pierluigi propone al fratello e alla cugina di rilevare le loro quote e nel 1994 diventa unico socio attivo con la moglie Aurelia, socia non operativa nell’azienda, la quale cederà nel 1998 la propria quota al figlio Matteo.

In questi anni di gestione Pierluigi modifica la strategia di vendita concentrando l’attività di servizio ai privati e agli autocarri di imprese che operano nella circoscrizione di Gallarate. Ciò comporta una diminuzione del numero dei clienti nel complesso ma parallelamente aumenta il grado di controllo sull’officina e sull’intera attività consentendo, grazie alla riduzione dei costi gestionali, di avere una buona redditività.

A un primo periodo di ripresa ne segue uno negativo. Nel 1996 infatti, a causa di una improvvisa diminuzione del prezzo delle gomme del 15-20% con conseguente svalutazione del magazzino, l’impresa si ritrova ancora a pensare a nuove strategie. Pierluigi si affida ai grandi centri di distribuzione che possono consegnare quanto richiesto in tempi brevi evitando i rischi di stoccaggio di grossi quantitativi di merce. Inoltre oggi la ricerca della disponibilità e del prezzo migliore da offrire al cliente avviene in tempo reale attraverso internet con consegne giornaliere che permettono di soddisfare ogni richiesta e di ridurre nel contempo i costi di magazzino.

Nell’ottobre del 2006 l’impresa cambia denominazione nell’attuale “Taglietti sas”. Nello stesso anno Matteo decide di allontanarsi dall’azienda per tentare altre esperienze lavorative all’estero, mentre Riccardo inizia a lavorare con il padre, affiancando al lavoro gli studi di musica.

Con loro collabora Isabella Rossi che dal 1986 si occupa dell’amministrazione ed è un punto di riferimento per la famiglia Bedogni e per gli altri dipendenti.

Negli ultimi mesi del 2009 inoltre Matteo è tornato nell’impresa e sembra fermamente intenzionato a dedicarsi appieno all’azienda di famiglia.

Oggi dunque, visto l’andamento economico generale, l’impresa si trova sì ad affrontare una ulteriore svolta rispetto ai temi strutturali quali strategie, investimenti e ruoli ma si sente pronta a farlo forte del riconoscimento che le viene dalla clientela e dalla presenza dei due figli di Pierluigi che rappresentano il futuro.

La prossima sfida dunque, anche se non immediata, sarà quella della successione e della piena assunzione di responsabilità di imprenditori da parte della “quarta generazione” della famiglia Taglietti.

Dati anagrafici

taglietti_logo

Denominazione sociale: Taglietti sas di Bedogni Pierluigi & c.
Forma giuridica: società in accomandita semplice
Attività principale: Riparazione e vendita all’ingrosso e al dettaglio di pneumatici e loro accessori

Settore: commercio – artigianato
Indirizzo:via Cattaneo, 24, Varese
Tel 0331-797294 – Fax 0331-7991084
e-mail taglietti@tagliettisnc.com sito internet www.tagliettisnc.com

Genealogie

I segni dell'impresa

Fonti

Segnalazioni

Nome*

Email*

Oggetto

Messaggio

© Camera di Commercio di Varese, 2014 - Privacy Policy - Cookies Policy - Credits