Home · Industria : Mole Abrasivi Ermoli
Mole Abrasivi Ermoli

La nascita dell’impresa

Gaetano Ermoli con la moglie, s.d. Archivio famiglia Ertoli.Gaetano Ermoli, nel 1882, avvia una attività per la realizzazione delle mole abrasive a Malnate, in uno stabilimento in via Cairoli ove è collocata anche la residenza. Inizialmente sfrutta la pietra arenaria, chiamata molera, proveniente da cave affittate in località Malnate e Cantello e usata sia nell’edilizia sia per la realizzazione di mole da frantoio . In seguito si passa alla produzione di mole a smeriglio, utilizzando una pietra naturale proveniente dalle miniere dell’isola greca Naxos. Agli inizi del Novecento l’impresa di Ermoli, ormai denominata “Industria italiana dello smeriglio” consegue un importante riconoscimento: la medaglia d’oro all’Esposizione di Torino del 1911.

Carta intestata dell’impresa Industria italiana dello smeriglio Ermoli Gaetano – Malnate. Sulla sinistra i prodotti realizzati. S.d., Archivio d’impresa.Le mole abrasive hanno una grande importanza in due ambiti: l’industria edilizia e l’industria meccanica che avrà grande sviluppo sul territorio nel corso degli anni. Ciò porta l’impresa verso una diversificazione dei prodotti che vengono valorizzati attraverso l’adozione di marchi e attraverso la loro promozione commerciale. In questo periodo le mole si evolvono verso le mole abrasive a legante ceramico (un composto inorganico formato da mescola di argilla, caolino e feldspato). Nel 1923 Gaetano cede la propria ditta “Industria italiana dello smeriglio di Ermoli Gaetano” ai figli Luigi, Benigno e Giuseppe che operano come società di fatto registrandola in Camera di commercio nel 1925.

L’attività dal 1926 fino alla Seconda Guerra Mondiale

Listino prezzi delle mole a cottura ceramica e dei dischi per segare (marca “diamante” e marca “lampo”) dell’Industria italiana dello smeriglio Ermoli Gaetano. Anni venti, Archivio d’impresa.Negli anni venti l’impresa conosce un periodo di crisi dovuta alla forte concorrenza. Giuseppe intraprende un viaggio in Germania per visitare diverse ditte all’avanguardia del settore che introducono la bachelite, una resina sintetica, nella lavorazione delle mole. Da qui importa campioni di bachelite che consentiranno l’avvio della produzione di nuove mole abrasive di tipo resinoide. Nascono così le mole “Diamante” particolarmente efficaci per il taglio di pietra e marmo.

Esposizione delle mole prodotte, s.d. Archivio d’impresa.Nel 1928 la ragione sociale muta in “Società italiana mole abrasivi Ermoli” (Simae). All’interno dell’impresa Luigi si specializza nel ramo commerciale, Benigno si occupa della parte tecnica e Giuseppe cura l’amministrazione. Negli anni trenta lo sviluppo del territorio favorisce lo sviluppo della società testimoniata anche dall’attenzione posta alla celebrazione del cinquantenario dell’inizio dell’attività (1932). In questa fase l’azienda, insieme alla Richard Ginori detiene il monopolio della produzione italiana. Nel corso della Seconda guerra mondiale l’impresa muta la propria natura giuridica in srl.

Dal periodo post-bellico agli anni Settanta

Forno in mattoni con sei bruciatori a gas e soffitto a volta per la cottura delle mole. Costruito nell’immediato dopoguerra e attualmente utilizzato dall’impresa. 2006, Archivio Centro per la cultura d’impresa.Dopo le difficoltà della guerra, la società riprende nuovo slancio nel corso degli anni cinquanta. In questi anni l’impresa raggiunge il numero massimo di 150 dipendenti provenienti dal territorio circostante, ed apre a Milano un deposito e agenzia di vendita. Lo stabilimento occupa due siti in via Cairoli 4 e 14. A questo periodo risale la costruzione di tre grandi forni circolari in mattone con soffitti a volta, di cui uno ancora oggi in uso. Negli anni sessanta Luigi, figlio di Luigi, entra nell’impresa e spinge per un ammodernamento dei macchinari e per una migliore organizzazione dell’attività. Pur mantenendo una conduzione familiare, con il passaggio alla terza generazione la società si trasforma in spa.

Brochure delle mole prodotte dall’impresa negli anni cinquanta. Archivio d’impresa.È proprio in questi anni che vengono prodotte anche le mole da banco, utilizzate nelle officine meccaniche per l’affilatura degli utensili e vendute in tutte le ferramenta. Questo settore verrà meno negli anni ottanta con l’introduzione delle plachette usa e getta che una volta consumate vengono gettate via piuttosto che affilate nuovamente. In questo periodo cresce la produzione di mole per rettifica in tondo, tangenziale, interno, senza centri.

Negli anni settanta viene costruito un nuovo capannone in via Cairoli 14 dove si accentra tutta l’area produttiva; l’edificio di via Cairoli 4 è destinato in parte agli uffici che si occupano dell’amministrazione e in parte viene affittato a terzi.

Dagli anni Ottanta a oggi

L’abitazione della famiglia Ermoli adiacente e contigua alla fabbrica. Il nome dell’impresa sul lato sinistro dell’edificio è segno identificativo del connubio tra famiglia e impresa. 2006, Archivio Centro per la cultura d’impresa.Negli anni ottanta termina la produzione dei dischi “Diamante”. Nel 1985 Giorgio Ermoli, figlio di Luigi, inizia a lavorare nell’impresa. Dopo una prima esperienza nel settore produttivo che gli consente di apprendere le tecniche di lavorazione delle mole, all’inizio degli anni novanta affianca il padre nella gestione dell’azienda. Luigi Ermoli muore nel 1997 e il figlio prosegue l’attività. É un periodo ricco di riconoscimenti alla longevità dell’impresa. Nel 1989 l’impresa si trasforma in srl assumendo la denominazione attuale. Attualmente la produzione è indirizzata alle mole impiegate in ogni genere di rettifica , e quindi nelle diverse tipologie di officine meccaniche. Nonostante lo sviluppo tecnologico nel campo dell’automazione la lavorazione di questo tipo di mole presuppone ancora una forte manualità.

Interno del reparto fabbricazione mole. Sulla destra il locale climatizzato dove vengono miscelati gli impasti. 2006, Archivio Centro per la cultura d’impresa.La specializzazione in questo settore ha comportato per l’impresa una minore produzione di pezzi a fronte di un rapporto più forte con il cliente dato dalla vendita di mole personalizzate, dall’assistenza tecnica e dalla qualità del servizio in genere. Ciò fa dell’impresa un punto di riferimento importante per il mercato nonostante il ridimensionamento degli ultimi anni che ha visto scendere a 13 il numero dei dipendenti. Parallelamente, l’impresa ha dismesso una parte degli edifici occupati in passato che ora ospitano nuove attività economiche. Giorgio Ermoli individua l’originalità del proprio stile gestionale nell’attenzione ai clienti, ai fornitori e alle risorse umane, oltre che nell’interiorizzazione delle responsabilità – sociale, etica, ambientale – che oggi competono all’impresa.

Dati anagrafici

Mole Abrasivi Ermole

Denominazione sociale: Mole abrasivi Ermoli srl

Forma giuridica: società a responsabilità limitata

Attività principale: la fabbricazione ed il commercio di mole abrasive ed altri prodotti abrasivi fabbricati in ogni tipo di materiale atto allo scopo

Settore: industria

Indirizzo: via Cairoli, 4. Malnate (Va)

Tel 0332-425114

Fax 0332-426742

E-mail: info@ermoli.it

Sito internet: www.ermoli.it

Genealogie

I segni dell'impresa

Fonti

Segnalazioni

Nome*

Email*

Oggetto

Messaggio

© Camera di Commercio di Varese, 2014 - Privacy Policy - Cookies Policy - Credits