Musei dell'industria e dei mesieri Museums of industry and crafts
  • alt text

Un museo dell’industria posizionato all’interno di uno spazio che è esso stesso industriale: a ospitare il Museo dell’Industria e del Lavoro del Saronnese (Mils) sono infatti gli spazi di via Don Griffanti, capannoni messi a disposizione dalle Ferrovie Nord Milano, dove, agli esordi di fine ‘800, venivano revisionate le locomotive a vapore. L’idea di creare un Museo del Lavoro e dell’Industria è nata nel 1996 a seguito di una mostra temporanea organizzata dalle Acli proprio sul tema dell’industria. Dopo appena due anni nasceva una esposizione permanente gestita e portata avanti da una Associazione di volontari con la finalità di conservare e valorizzare il ricco patrimonio industriale del saronnese, creando anche un’occasione didattica oltre che espositiva. Tra i fiori all’occhiello del Mils si può citare un televisore Phonola che è esposto anche al Guggheneim di New York e la custodia blindata, della ditta Parma Antonio, che ha protetto dal 1881, per ben novantasette anni, il Pallio d’oro dell’altare di Sant’Ambrogio a Milano. Da non dimenticare la presenza del primo locomotore elettrico delle stesse Ferrovie, datato 1928; i motori dell’Isotta Fraschini; una grande macchina per stampare i tessuti della De Angeli-Frua-Cantoni e le più antiche macchine per la fabbricazione di biscotti ed amaretti della D. Lazzaroni & C. con le tante scatole di latta e cartone per contenerli raffigurate con immagini che hanno fatto la storia del disegno industriale. Gli spazi espositivi si estendono per 1400 metri quadri all’esterno interamente dedicati al trasporto ferroviario con i veicoli storici delle Nord e per più 800 metri interni dove è stata creata anche una stanza della memoria e una biblioteca di volumi dedicati alla storia economica del territorio. Una sala ospita invece un totem audiovisivo ed è utilizzata anche per conferenze e mostre temporanee. Al Mils trovano collocazione oggetti e macchinari che ripercorrono la storia dell’industrializzazione da fine ‘800 fino al boom economico degli anni ‘60. Qui sono presenti un po’ tutte le anime dell’industria che hanno reso celebre la città di Saronno a livello mondiale: dal settore meccanico al tessile, passando per gli apparecchi per la fonoregistrazione fino a liquori e biscotti.

A museum of industry located within an industrial structure: the Saronno Museum of Industry and Labour (MILS), in fact, is housed within the Northern Milan Railway buildings, where the steam locomotives were overhauled at the beginning of the 19th century. The idea of creating a Museum of Industry and Labour dates back to 1996, following a temporary exhibition on the theme of industry organized by the ACLI (The Christian Association of Italian Labourers). After just two years, a permanent exhibition managed by an association of volunteers was established with the aim of preserving and promoting the Saronno area's rich industrial heritage, thus also resulting in an opportunity to promote education as well. Some of the flagships of the MILS museum include a Phonola television, another of which is exhibited at the Guggenheim in New York, and an armoured encasement by the company Parma Antonio, which protected the pallio d'oro of Milan's altar of Sant'Ambrogio for ninety-seven years, starting in 1881. Other exhibits include the northern railway's first electric locomotive of 1928, a number of Isotta Fraschini engines, a large fabric printing machine by De Angeli Frua-Cantoni and some of the oldest cookie and macaroon making machines by D. Lazzaroni & C., with the various tin cans and cartons used for packaging depicted in images that have shaped the history of industrial design. The exhibition spaces extend outside for nearly 1400 square metres, with an area dedicated entirely to rail transport, featuring historic vehicles of the Northern Railway, and inside for almost 800 metres, where visitors will find a room dedicated to historical events and a library of books on the area's economic history. One room, used also for conferences and exhibitions, even includes an audiovisual kiosk. As a whole, the MILS museum features objects and machines that mark the history of industrialization from end of the 1800s up until the economic boom of the 1960s. The collection includes all of the most important industrial artefacts that have placed the town of Saronno on the world map: from the field of mechanics to the textile sector, even including phonographs and machinery for the production of liquors and cookies.

Paesi dipinti

MILS - Museo delle Industrie e del Lavoro del Saronnese


via Don Griffanti, 6
Saronno (VA) - Italia
telefono (+39) 02 9607459
www.museomils.it
e-mail

Gallery


Museo della Bambola - Angera

Map / mappa