Musei dell'industria e dei mesieri Museums of industry and crafts
  • alt text

È lunga oltre 150 anni la storia che lega Laveno alla lavorazione della ceramica e di questo connubio è testimonianza il Museo Internazionale Design Ceramico (Midec) ospitato dal 1971 nel cinquecentesco palazzo Perabò a Cerro di Laveno Mombello. La sua apertura fu dovuta a una iniziale donazione di opere in ceramica provenienti dalla fabbrica della Richard-Ginori 1735. A ciò si aggiunsero altri oggetti in ceramica appartenuti a collezioni private e, in anni recenti, ulteriori opere, frutto di donazioni, che segnano l’apertura verso un continuo viaggio nell’arte ceramica, compiuto anche attraverso l’organizzazione di mostre temporanee. Una biblioteca specialistica arricchisce il patrimonio culturale conservato ed è a disposizione di studiosi e appassionati della materia. Nelle sale allestite all’interno dello storico edificio si possono ammirare grandi vasi, portaombrelli, piatti e servizi da tavola finemente decorati, realizzati tra la fine dell'Ottocento e primo Novecento, che arrivano direttamente dalle produzioni della Società Ceramica Italiana. Tra i pezzi forti di questa collezione vi sono opere in stile liberty e pezzi ormai rari di servizi igienici di manifatture italiane e straniere. Sculture e pannelli in ceramica dalle forme classiche a quelle moderne, dai colori vivaci e dalle raffinate raffigurazioni si susseguono lungo il percorso espositivo impreziosendo le pareti del palazzo e delle sale. La visita al museo rende evidente la caratteristica impronta data alla produzione ceramica locale, a partire da fine ‘800 fino agli anni ‘70 del Novecento, dai vari direttori artistici delle ceramiche lavenesi che hanno reso celebre le terraglie made in Laveno anche oltre confine. Solo per citare alcuni dei nomi che hanno segnato il cammino si possono ricordare Guido Andlovitz,considerato l’artefice della storia ceramica italiana, e Antonia Campi, designer e ceramista tra le più originali e moderne. Nell’ultimo decennio il Midec è cresciuto ancora e la collezione si è arricchita di nuove ed originali opere di artisti contemporanei a testimonianza del fatto che la ceramica, oltre che materiale del quotidiano, resta da sempre materia privilegiata per l’espressione artistica in ogni tempo.

The long history that binds the town of Laveno to the manufacture of ceramics dates back over 150 years, and the International Museum of Ceramic Design (Midec), which has been housed within the sixteenth century Palazzo Perabò in Cerro di Laveno Mombello since 1971, bears testimony to this relationship. The museum initially began with the donation of various ceramic works from the factory of Richard-Ginori 1735. Over the years, the collection grew with the addition of other ceramic objects belonging to private collections, as well as other works donated in recent years, thus marking a continuous journey into the world of ceramics, which has also succeeded thanks to the organization of temporary exhibits. The vast cultural heritage preserved at the museum is enriched by the presence of a topic-specific library, which is at the disposal of scholars and art enthusiasts alike. The halls inside the historic building feature large vases, umbrella stands, plates and finely decorated tableware manufactured directly by the Italian Ceramic Society from the late nineteenth to early twentieth centuries. Some of the highlights of the collection include Art Nouveau style artworks, as well as rare sanitary ware produced by moth Italian and foreign manufacturers. Throughout the tour, guests will have the chance to admire the countless brightly coloured and refined ceramic sculptures and panels adorning the walls of the building. The museum highlights the characteristic features of the local pottery tradition from the end of the 1800s up until the 1970s, featuring items produced by the various ceramics manufacturers of the Laveno area, all of whom have contributed to the international acclaim attributed to made-in-Laveno ceramics. Just a couple of noteworthy names include Guido Andlovitz, regarded as the architect of the history of Italian ceramics, and Antonia Campi, one of the most original designers and ceramists of her time. Midec has further expanded over the past decade, with its collection being enriched with new and original works by contemporary artists, thus reflecting the fact that ceramics, in addition to being a material of everyday life, have remained a privileged medium for artistic expression as well.

Paesi dipinti

Museo internazionale design ceramico MIDEC


lungolago Perabò, 5
Cerro di Laveno Mombello (VA) - Italia
telefono (+39) 0332 625551
www.midec.org
e-mail

Gallery


Museo della Bambola - Angera

Map / mappa